La vita nello spazio: come vivono gli astronauti?

 

800px-ISS-36_EVA-2_r_Luca_Parmitano_self-portrait

Le abitudini e i piccoli gesti quotidiani cambiano decisamente in assenza di gravità. Vediamo insieme com’è la vita nello spazio per gli astronauti.

La vita nello spazio va riorganizzata totalmente. I piccoli gesti quotidiani legati ai nostri bisogni primari, spesso dati per scontati, in assenza di gravità diventano tutt’altro che banali. Ed ecco allora che ci si pone le seguenti domande: com’è la vita nello spazio? Come ci si lava e cosa si mangia? Per rispondere a queste domande abbiamo riassunto nei seguenti punti tutte le curiosità principali della vita nello spazio:
1) Niente bucato. Sì, avete letto bene! Nella stazione spaziale internazionale non è possibile lavare gli indumenti sporchi, per tale ragione, tutti i panni usati diventano immondizia.
2) Come si lavano i capelli? Gli astronauti hanno a disposizione un beccuccio per bagnare con dell’acqua i capelli e uno shampoo che non necessita il risciacquo. Dopo di ciò, niente phon e si lascia evaporare l’acqua. Per quanto riguarda invece la cura del corpo, non essendoci una doccia, o ci si lava con un getto di acqua e del sapone o si utilizzano delle salviettine umidificate.
3) Che acqua si beve? Di sicuro, a bordo si beve un’acqua altissima (visto che il velivolo oscilla tra i 278 e i 460 chilometri di quota) e riciclata. Ebbene, sì: l’acqua viene riciclata quindi anche quella delle urine, dell’asciugatura dei capelli e di tutti i rifiuti liquidi raccolti nel sistema di recupero acqua.
4) Che aria si respira? Al fine di evitare il rischio di incendi all’interno dell’abitacolo della stazione spaziale internazionale vi è una miscela di azoto e ossigeno, simile a quella dell’atmosfera terrestre.

La vita nello spazio: come vivono gli astronauti?
Il cibo nello spazio

5) Che cosa si mangia? Anche il cibo nello spazio deve poter resistere in condizioni estreme per questo motivo si prediligono i cibi disidratati e conservati sotto vuoto poiché la minima quantità di ossigeno finirebbe per alterare gli alimenti e renderli immangiabili. La stazione è dotata comunque di uno scaldavivande, un frigorifero e un vassoio magnetico a cui sono attaccate le posate. Per zuppe e bibite si utilizzano cannucce in modo da non disperderle all’interno della navicella.
6) Come vengono smaltiti i rifiuti? Tutti i rifiuti organici e non vengono ammucchiati nella stiva del veicolo automatico di trasferimento e lanciati a una velocità supersonica in grado di spezzarli e disintegrarli nell’atmosfera.
7) Ci si può allenare? La risposta è: ci si DEVE allenare! La permanenza prolungata in luoghi in cui vi è assenza di gravità comporta una grande perdita di massa muscolare e un indebolimento muscoloscheletrico. Pertanto, onde evitare spiacevoli ripercussioni sullo stato fisico degli astronauti, questi ultimi hanno a disposizione tapis roulant ai quali ci si aggancia con delle corde, una cyclette e degli attrezzi per il sollevamento pesi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Facciamo un po' di calcoli: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.