Le 5 trasformazioni più assurde degli attori nei film

Le 5 trasformazioni più assurde degli attori nei film

Trucco e parrucco sono fondamentali sul grande schermo. Ecco come cambiano completamente volto gli attori nei film

Il make-up, si sa, aiuta parecchio…smussa i difetti e rende grazioso un volto che, spesso, non lo è affatto. A volte, però, è anche vero il contrario: attori bellissimi vengono trasformati in personaggi brutti o creature mostruose. Quando ciò accade, diventa impossibile riconoscere le celebrità che si nascondono dietro quel determinato personaggio. Non ci credete? Date un’occhiata a questa photo gallery:

Rebecca Romijn nei panni di Mystica nella prima trilogia sugli X-men. Ogni volta per calarsi nel ruolo, doveva attendere 6-7 ore solo per il Make-up.
Nicole Kidman nell’interpretare il ruolo di Virginia Woolf è stata premiata con un Oscar come migliore attrice. Qui i suoi truccatori hanno lavorato per ore e ore, per rifarle il naso, in peggio.
L’eclatante Jim Carrey diventa irriconoscibile nell’impersonare Lemony Snicket, nel film “Una serie di sfortunati eventi”.
Il processo di invecchiamento di Brad Pitt nel film “Il curioso caso di Benjamin Button” invece è il frutto di 6 anni di lavoro nel mondo digitale. Tutti questi anni di duro lavoro sono stati ripagati con un Oscar per i migliori effetti speciali.
Per finire troviamo una Angelina Jolie che diventa uomo in Salt. La trasformazione, grazie al lavoro dei make-up artist, è stata talmente efficace che persino suo figlio Maddox non sarebbe riuscito a riconoscere la madre!

E voi? Li avevate riconosciuti?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Facciamo un po' di calcoli: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.