Che cos’è la mandragora? Scopriamo insieme la pianta magica

Nell’antichità era ritenuta una pianta magica, ma che cos’è la mandragora e quali effetti ha sul nostro organismo?

Protagonista di miti e leggende, sin dall’antichità questa pianta appartenente alla famiglia delle Solanaceae, è stata l’ingrediente principale per la maggior parte delle pozioni mitologiche. Alla mandragora, infatti, venivano attribuite poteri e qualità magiche; non è quindi un caso se spesso essa era associata ad alcune usanze di stregoneria e raffigurata in libri di alchimia.

Una pianta con una radice dall’aspetto antropomorfo…

Nel Medioevo si riteneva che la radice della mandragora fosse qualcosa di molto caro alle streghe. Le radici di queste piante difatti sono biforcute e ricordano vagamente un aspetto antropomorfo. Tutto ciò ha favorito la diffusione di credenze popolari sui magici poteri della mandragora.

Quali sono le proprietà della mandragora?

Nell’antica Grecia la mandragora era utilizzata come rimedio ai problemi di insonnia, tuttavia si trovano testimonianze di questa pianta anche all’interno della Bibbia, dove nel testo della Genesi viene considerata come una pianta afrodisiaca in grado di favorire la fertilità. Gli studi moderni hanno permesso di far luce sulle reali caratteristiche della mandragora, classificandola come una pianta tossica e non commestibile. Ciò nonostante, al suo interno vi sono principi attivi come l’atropina, la scopolamina e josciamina utilizzati in alcuni farmaci con dosaggi ben precisi, poiché aventi proprietà analgesiche e sedative.

Controindicazioni ed effetti negativi della mandragora

Se assunta in dosi elevate, la mandragora può provocare allucinazioni, convulsioni, problemi gastrointestinali, vomito, tachicardia e in casi gravi anche la morte.

Pertanto, occorre prestare molta attenzione a non confondere la mandragora con qualche altra pianta commestibile, per evitare di avere spiacevoli sorprese.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Facciamo un po' di calcoli: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.