Corea del Nord: tutto quello che c’è da sapere

Corea del Nord: tutto quello che c'è da sapere

Tra bufale, leggi severe e divieti assurdi… ecco a voi la Corea del Nord!

La Corea del Nord compare spesso e volentieri sui quotidiani per via di fatti drammatici e norme di comportamento a dir poco bizzarre, volute dal regime instaurato da Kim Jong-un.

L’ultimo evento in ordine cronologico che ha sconvolto il mondo intero è stata la dichiarazione, dello scorso 6 gennaio, di un test nucleare con una bomba all’idrogeno effettuata con successo.

Ma la Corea del Nord ha veramente lanciato una bomba H?

Gli esperti sono scettici. Le bombe all’idrogeno sono gli ordigni nucleari più devastanti in assoluto e molto più potenti delle bombe atomiche. La scossa di magnitudo di 5,1 sulla scala Richter registrata subito dopo l’esplosione sarebbe stata molto più forte nel caso di una vera bomba all’idrogeno. In attesa delle analisi dei governi internazionali sui gas rilasciati dall’esplosione, possiamo comunque affermare che il test sia stato un vero e proprio atto provocatorio e una chiara violazione dei trattati internazionali. Ricordiamo, infatti, che questo non è il primo test nucleare nordcoreano, il primo fu effettuato nel 2006, e nonostante le varie sanzioni e condanne internazionali, lo Stato socialista ha continuato a sviluppare imperterrito il suo programma nucleare.

Dalle bombe ai campi di concentramento…

Non tutti sanno che il suo territorio ospita diversi campi di concentramento: la prigionia e i lavori forzati sono riservati a tutti coloro ritenuti colpevoli di dissidenza politica, ideologica o religiosa, ma anche a chi ha cercato di ascoltare trasmissioni radiotelevisive estere o per chi ha tentato un espatrio clandestino.
Una delle poche persone ad essere riuscita a scappare da una prigione nordcoreana è Shin Dong-hyuk e nel libro Fuga dal campo 14 denuncia tutti trattamenti disumani e le torture inflitte ai prigionieri.

È il paese asiatico più militarizzato in assoluto

La Corea del Nord è uno dei paesi più militarizzati in assoluto, conta oltre un milione di soldati, ma la reale potenzialità della sua entità bellica resta un mistero. Dopotutto è un paese chiuso in se stesso con il pensiero fisso di una ipotetica invasione della Corea del Sud. Anche per la rete internet non utilizza quella internazionale, ma una rete isolata chiamata Kwangmyong, dove è possibile visitare i siti di regime.

Per i turisti ci sono misure restrittive?

Si è ammessi nel Paese soltanto tramite viaggi organizzati, il turismo individuale non è consentito ed è fortemente sconsigliato. Tutti gli stranieri possono essere multati o addirittura arrestati se sorpresi ad effettuare acquisti in negozi non autorizzati alla vendita ai turisti.
Inoltre non possono essere utilizzate né carte di credito, né carte prepagate ed è severamente proibito esportare e importare la moneta locale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Facciamo un po' di calcoli: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.