Come sono composte le nuvole?

Come sono composte le nuvole?

Bianche, grige, a volte, con forme bizzarre. Come sono fatte le nuvole?

Più di una volta vi sarà capitato di alzare gli occhi al cielo, soffermandovi su quelle nuvole dalle forme più strane. Vi siete però mai chiesti che cosa siano?
Le nuvole sono composte da tantissime goccioline d’acqua e, in alcuni casi, anche da cristalli di ghiaccio. Esse si formano a seguito di un processo di condensazione: quando l’acqua terrestre evapora, raggiunge l’atmosfera. Qui le goccioline d’acqua si aggregano a microscopiche particelle, creando dei nuclei di condensazione sospesi sopra la superficie terrestre.

Perché le nuvole non cadono?

Le nuvole non cadono perché le miriadi di goccioline d’acqua sono sostenute dalle correnti ascensionali e la forza di gravità non è sufficiente per farle precipitare.
Ad ogni modo, le condizioni all’interno di una nuvola non sono stabili: tutto dipende dalle correnti d’aria sotto e dentro la nuvola stessa.

Perché alcune nuvole sono bianche e altre grigie?

Il colore delle nuvole è determinato dalla riflettanza, ovvero quella caratteristica fisica che indica la percentuale di luce che, una data superficie, in questo caso una nuvola, riesce a riflettere. Più la riflettanza è maggiore, più le nuvole saranno chiare. Al contrario, se la riflettanza è minore con ogni probabilità la nube apparirà scura. Il colore, comunque, dipende anche dallo spessore oltre che dalla densità delle nuvole.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Facciamo un po' di calcoli: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.