3 modi alternativi per riutilizzare l’acqua di cottura della pasta

L’acqua è un bene prezioso, perciò perché sprecarlo? Ecco 3 modi alternativi per riutilizzare l’acqua di cottura della pasta

Tutto può essere riutilizzato, anche l’acqua di cottura della pasta. Se anche tu non ami gli sprechi, ecco 3 modi alternativi per riutilizzare l’acqua di cottura della pasta o del riso.

  1. Annaffiare le piante. Questa opzione è particolarmente indicata per chi non sala l’acqua per cuocere la pasta. Dopotutto, se si preferisce mangiare saporito, si può sempre mettere un pizzico di sale in più nel condimento. N.B.  lasciare raffreddare l’acqua prima di innaffiare le piante!;
  2. Preparare minestre. L’acqua di cottura può essere riutilizzata come brodo di base per la preparazione di zuppe e minestre. L’importante è ricordarsi di non eccedere col sale!
  3. Effettuare un pediluvio. Essendo ricca di sali minerali e amidi, l’acqua di cottura della pasta o del riso può essere molto efficace per effettuare un pediluvio serale. Sarà un vero sollievo, soprattutto per chi soffre di gambe pesanti e gonfie.

Adesso che sei a conoscenza di questi piccoli trucchetti anti-spreco, non ti resta che provarli!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Facciamo un po' di calcoli: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.