Se lo puoi sognare, lo puoi fare: i 5 sogni che sono divenuti realtà

Se lo puoi sognare, lo puoi fare: i 5 sogni che sono divenuti realtà

Scopriamo insieme i 5 sogni che hanno cambiato il mondo, da Google alle canzoni dei Beatles…

Walt Disney aveva ragione, ciò che si può sognare lo si può anche realizzare! Certo, ci vuole una buona dose di fortuna e di pazienza…ma alla fine chi ha gli strumenti e le capacità riesce a far divenire realtà quel che prima era solo un concetto, un’idea astratta. Non ci credete?

Ecco i sogni che non solo si sono concretizzati, ma hanno persino rivoluzionato il mondo:

  • Se potete leggere ancora oggi il romanzo Frankenstein, è grazie a un sogno che ebbe la sua autrice, Mary Shelley. Pare che il poeta Lord Byron la sera prima avesse sfidato lei e altri scrittori a cimentarsi con storie di fantasmi. Nel sogno,  o meglio, incubo la scrittrice inglese vide il momento in cui lo scienziato pazzo stava creando la sua creatura. Il mattino seguente si mise subito all’opera e continuò la storia che tutti noi conosciamo.
  • Stephen King dopo un sogno in aereo prese l’ispirazione per scrivere Misery non deve morire, poi divenuto anche un film di successo. Questo romanzo tratta la storia di una fan che prende in ostaggio il suo scrittore preferito per fargli cambiare il finale. Nel sogno, come ha confessato lo stesso autore, lo scrittore muore. A King però questa conclusione non piaceva e fu così che la cambiò…
  • Il co-fondatore di Google Larry Page ha raccontato che a seguito di un sogno ebbe l’illuminazione di creare un motore di ricerca con le caratteristiche di Google. Quando né parlò al suo amico Sergey Brin, i due diedero vita a BackRub, il precursore di Google.
  • Una delle canzoni più famose dei Rolling Stone “(I can’t get no)satisfaction” è venuta in mente a Keith Richards mentre dormiva. Si svegliò per registrare al volo il motivetto che aveva in testa per poi riprendere a dormire.
  • Un’altra hit da sogno fu Yesterday dei Beatles. Paul McCartney raccontò che una mattina di maggio si svegliò con “una musica deliziosa in testa”, da lì nacque il successone mondiale che ha fatto entrare Yesterday nel Guinness delle canzoni più registrate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Facciamo un po' di calcoli: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Grazie per la visita!

Basta un Like... per rimanere in contatto :)